Your browser does not support JavaScript!
Home > Seminari ed eventi  >  2010  >  SIAL (PARIGI). L'OIGA "METTE IN MOSTRA" I GIOVANI IMPRENDITORI AGRICOLI

SIAL (PARIGI). L'OIGA "METTE IN MOSTRA" I GIOVANI IMPRENDITORI AGRICOLI

Al SIAL di Parigi, dal 17 al 21 ottobre, l'Osservatorio per l'Imprenditorialità Giovanile in Agricoltura promuove un'importante opportunità di visibilità, valorizzazione e confronto con uno spazio dedicato alle giovani aziende rurali

Passa da Parigi la nuova iniziativa dell'Oiga, l'Osservatorio per l'Imprenditorialità Giovanile in Agricoltura, che arriva nella città francese per il SIAL (Salon International de l'Alimentation) la manifestazione biennale dedicata a tutti gli attori dell'agroalimentare relativamente a  distribuzione, commercio, industria, ristorazione e servizi. Il salone si sta svolgendo nel quartiere fieristico di Villepinte (17 - 21 ottobre) ed è alla sua 23^ edizione. Con uno spazio espositivo di 215.000 m/q, 5.700 espositori di cui 1.000 italiani, si riconferma un importante momento di confronto che rappresenta una delle migliori opportunità di scambio fra gli operatori al punto da ritenersi  "l'incontro dell'innovazione e degli affari". 
 
Obiettivo dell'Oiga è offrire ai giovani imprenditori agricoli un'importante opportunità di visibilità e promozione attraverso un evento innovativo di sviluppo, indispensabile per aprire nuove strade all'imprenditoria giovanile in agricoltura così da valorizzarne le potenzialità e l'impegno.
 
Attraverso un'area riservata di circa 300 mq al Padiglione 1 (Pavillon international), le 36 giovani aziende, selezionate tramite bando ministeriale, hanno la possibilità di esporre e promuovere i loro prodotti "made in Italy" al fine di prendere contatti con operatori di tutto il mondo.
Anche l'OIGA, all'interno dello stand collettivo, ha un proprio spazio dedicato per divulgare il suo operato e il materiale promozionale istituzionale.
 
Tale iniziativa è stata resa possibile grazie ad Ismea che ha curato, per conto dell'OIGA, la partecipazione delle giovani aziende, interfacciandosi con il SIAL stesso relativamente al coordinamento di tutti gli aspetti organizzativi dell'evento e strutturando un percorso creato in base al settore produttivo delle aziende (Vinicolo - Olivicolo - Floricolo - Zootecnico - Ortofrutticolo).
 
Le aziende partecipanti: Az. Agr. Samperi di Trovati Giovanni (EN), Az. Agr. Sobrero Flavio (CN), Az. Agr. Fattoria Didattica Famiglia Orro di Davide Orro (OR), Az. Agr. Trimarchi di Villa Marchese (MS), Az. Agr. Il Muraccio di Pagliai Davide (PI); Agrisol di Balzano Enza (BA), Az. Agr. Guglielmino Angela (CT), Az. Agr. La Mediterranea (BA), Az. Agr. Sapori di Casa (BA), Az. Agr. Martocci (SI), Az. Agr. La Rocchetta (PC), Az. Agr. Visconti Massimo e C. (PC), Az. Agr. Ronco delle Rose (PC), Az. Agr. La Risorgiva (PC), Soc. Coop. R.l. Agribiolat (MT), Az. Agr. Gazzaneo (PZ), Az. Agr. Capoano (KR), Az. Agr. La Cignozza (SI), Az. Agr. Mazzone (BA), Az. Agr. Fattoria Fibbiano (PI), Az. Agr. Giacomo Grassi (FI), Az. Agr. Poggio Solatio (FI), Az. Agr. Dei Agre (LE), Az. Agr. Attanasio Carlo (LE), Az. Agroalimentari Bio Gaudiano (FG), Soc Agr. Poggio Rubino s.s. (SI), Soc. Agr. Masseria Salernitana s.a.(SA), Az. Agr. La Fattoria di Bonaldo (SI), Az. Agr. Tre Poggi (SI), Az. Agr. Meneguzzi Carlo (PN), Az. Agr, I Loghi di Berni Valentino (SI), Agriturismo Grassetti (CS), Az. Agr. San Camillo di Tozzi Luca (SI), Az. Agr. Althe'a (TV), Az. Agr. R&R srl (CZ).
 
 "E stato un evento che ha rispettato pienamente le aspettative, una possibilità di presentare i nostri prodotti su un mercato mondiale in quanto come previsto si sono affacciati ai nostri stand importatori di tutto il mondo (Cina, Corea, Giappone, America, Egitto)" dichiara il Vice Presidente AGIA, Luca Brunelli della Az. Agricola Martoccia di Montalcino, "l'obiettivo principale è di rendere questo tipo di iniziative ripetibile negli anni e di individuare una serie di azioni di comunicazione legate anche alla promozione dell'oiga stesso come ente che è l'anima della produzione giovanile nazionale"
"Individuare i mercati e le opportunità dove si può meglio rappresentare il made in italy" commenta  Matteo Cantoni della Fattoria Fibbiano, Presidente Agia della Provincia di Pisa, "obiettivo delle ns aziende, ad agia collegate, è quello di raggiungere soprattutto i mercati europei e statunitensi quindi si propone un'attenzione particolare alle fiere Anuga in germania e fancy food a NY
"Fatico a stare dietro alla gente perché tutti vogliono assaggiare il nostro succo di mela e il nostro aceto " dichiara il sig. Carlo Meneguzzi dell'az Agr. Carlo Meneguzzi di San Quirino della provincia di Pordenone, vincitore del premio internazionale del succo di mela limpido, "E' la prima volta che partecipiamo ad un'iniziativa internazionale ed un'ottima opportunità per la ns azienda e per l'esportazione nei paesi esteri.
"Un'interessante punto di riferimento per avere contatti con i diversi operatori stranieri provenienti da così diverse e lontane località del mondo" commenta Giacomo Trimarchi della Az Agricola siciliana Trimarchi di Villa Marchese (Siracusa), produttore di olio e conserve agroalimentari alla sua prima esperienza estera. "Qui si scopre la reale competitività del prodotto italiano di qualità sul mercato internazionale, una presa di coscienza a livello internazionale del mangiar sano, una prerogativa del made in italy che, grazie al SIAL, concede visibilità  anche ad aziende di media dimensione".
 
"Una bellissima vetrina che non sono alla portata di tutti i giorni, un buon trampolino di lancio per l'esportazione dei ns prodotti" ha dichiarato Massimiliano Capoano dell'az. Agr. Captano di Cirò (KR).

Volete essere aggiornati su tutte le novità riservate all'imprenditorialità Giovanile in Agricoltura?