Your browser does not support JavaScript!
Home > In evidenza  >  2018  >  Alimentaria 2018: chi sono i primi tre classificati dell'ultimo concorso #TalentidaColtivare

Alimentaria 2018: chi sono i primi tre classificati dell'ultimo concorso #TalentidaColtivare

 


Oggi vi presentiamo i primi tre vincitori del concorso #Talentidacoltivare. 
I fratelli Manuel e Philipp Breitenberger a Giavero del Montello, in provincia di Treviso,  hanno fatto dell'azienda di famiglia un'autentica innovazione,  facendo tesoro degli insegnamenti paterni e arricchendo poi le proprie competenze con una formazione universitaria da cui deriva la volontà di confronto con il mondo della ricerca e dell'innovazione. L' Azienda kiwiny  si distingue per una produzione variegata che va dalla linea del beverage alle conserve di frutta. Dieci ettari di piantagioni coltivati secondo il metodo dell'agricoltura biologica producono due tipologie di kiwi, Hayward e Soreli Gold, senza usare sostanze chimiche di sintesi e nel rispetto della certificazione biologica. 


La Società agricola Antico Castello è di proprietà dei fratelli Francesco e Chiara Romano, giovane ingegnere lui e laureata in economia lei, che hanno scelto di inserirsi nella realtà dell'azienda agricola di famiglia. L'azienda anticocastellowinery è a vocazione prevalentemente vitivinicola e legata  alle Terre d'Irpinia. Unica cantina di S. Mango sul Calore, porta nel nome «Antico Castello» il ricordo di una costruzione feudale presente nella zona prima del sisma del 1980.   

La Società Agricola Colleverde SS La Cotta è stata fondata nel 2004 per volontà di Luigi Rengucci e Francesco Tontini, rispettivamente zio e nipote. L'azienda  è il risultato della grande passione per l'attività agricola di alta qualità rivolta alla produzione della birra artigianale. Situata nella località di Ca' Corsuccio in una posizione strategica, nel cuore del Montefeltro è il primo birrificio agricolo della regione Marche. Tutto ha avuto origine all'interno di un antico casale di famiglia, dove fu alloggiato, a seguito di una sapiente ristrutturazione, l'intero ciclo produttivo concentrato in un laboratorio in cui vengono coniugati tradizione ed elementi architettonici innovativi. Le birre sono prodotte con metodi naturali, senza aggiunta di additivi, non pastorizzate utilizzando il metodo di alta fermentazione con ceppi selezionati.  Il podio del premio per la promozione dell'imprenditorialità giovanile in agricoltura non si ferma  alle prime tre posizioni e nei prossimi giorni vi faremo conoscere anche le altre..!

Volete essere aggiornati su tutte le novità riservate all'imprenditorialità Giovanile in Agricoltura?